yallaz


turismo responsabile: dai un altro senso al tuo viaggio

planet viaggi responsabili
yallaz turismo responsabile - Marocco
Introduzione
Programma
Costo
Durata
Quando andare
Bagaglio
Caratteristiche
Bimbi
Progetti
Logistica
Per saperne di più..
yallaz turismo responsabile - atelier di cucina

yallaz turismo responsabile - facebook

yallaz turismo responsabile

yallaz turismo responsabile - youtube


La Draa è il fiume più importante del sud del Marocco.
Scende dalle vette alpine dell’Alto Atlas nei pressi di Ouarzazate, dove dal 1975 viene imprigionata in una diga che ne riduce drasticamente la portata lungo i successivi 200km, prima di raggiungere le prime propaggini del deserto; infine attraversa sotterranea la selvaggia regione ad est dell’Anti Atlas per poi riemergere e gettarsi nell’oceano nei pressi di TanTan.
Le comunità lungo la valle della Draa, una volta un vero paradiso terrestre, formavano una società agricola in perfetto equilibrio con l’ambiente; con la costruzione della diga la valle ha conosciuto una forte emigrazione e chi è rimasto si occupa di turismo e coltiva ancora, soprattutto datteri, ma deve fare i conti tutti i giorni con la siccità.

Più a sud, i pastori nomadi del deserto, a causa di siccità e desertificazione, trovano sempre più difficoltà nel nutrire le mandrie di capre e dromedari, e moltissimi di loro si sono sedentarizzati: alcuni continuano a fare i pastori, altri hanno iniziato a coltivare e accompagnano i viaggiatori nel deserto.

È dalla conoscenza di queste due società che è necessario passare per cercare di comprendere il Marocco del sud.



Valle della Draa - yallaz turismo responsabile

ouarzazate e le sue kashba

passeggiate nella palmeraie lungo il corso del fiume draa ad agdz

passeggiate tra montagne di roccia e dune di sabbia nel deserto della regione di m’hamid: tramonto sulle dune e notte in tenda berbera

progetti di aiuto allo sviluppo a imouzzer tichka,
un piccolo villaggio di montagna sull’alto atlas
vai al programma giorno per giorno

durata 6 giorni

da ottobre ad aprile

galleria fotografica