yallaz


turismo responsabile: dai un altro senso al tuo viaggio

planet viaggi responsabili
yallaz turismo responsabile - Marocco
Introduzione
Programma
Costo
Durata
Quando andare
Bagaglio
Caratteristiche
Bimbi
Progetti
Logistica
Per saperne di più..

yallaz turismo responsabile - facebook

yallaz turismo responsabile - youtube

Programma

Partenza: Marrakech
Arrivo: Marrakech

Valle della Draa - yallaz turismo responsabile
clicca sulla mappa per visualizzare dettaglio e distanze

1° GIORNO
Partendo da Marrakech attraverseremo l’Alto Atlas per la spettacolare strada del Tizin’Tichka, un passo a più di 2100mt di altitudine. Subito dopo il passo una deviazione ci porterà a Telouet, a visitare la kashba che fu sede del governo dei Glaoui, i regnanti del sud del Marocco: in compagnia di Mohamed attraverseremo il villaggio berbero e quello ebreo (ormai quasi disabitato), e visiteremo le sale interne della porzione di kashba ancora accessibile, con gli splendidi saloni in marmo di Carrara, decorati con stucchi e mosaici, e con i soffitti in legno di cedro del Medio Atlas dipinto. Raggiungeremo quindi Ouarzazate attraversando gli affascinanti e variati paesaggi della nuova strada che passa per la valle dell’Ounila e per Ait Benhaddou, e giunti a Ouarzazate attraverseremo il Jebel Saghro per giungere ad Agdz. Qui Abdellah ci accoglierà nella sua casa di famiglia riadattata a pensione, per la cena ed il pernottamento in maison d’hotes.

2° GIORNO
Dopo colazione faremo una passeggiata nella palmeraie prospicente le pendici ovest del Jebel Kissen, una montagna che alla sommità reca una serie di “bicchierini” di roccia che le valgono il nome (kissen in arabo marocchino significa infatti bicchieri). Attraverseremo il fiume Draa e il nostro accompagnatore ci spiegherà tutti i meccanismi che regolano il funzionamento di una palmeraie: gli strati di colture (palme da dattero, alberi da frutta, ortaggi, cereali ed erba medica), le differenti qualità di datteri, il sistema di fecondazione delle palme, i meccanismi di irrigazione con pozzi e allagamenti di tratti di canali. Pranzeremo a picnic sotto le palme, e quindi raggiungeremo il piccolo villaggio di Tamnougalte, dove visiteremo la kashba, che ospita un museo di oggetti di uso quotidiano tradizionali di questa regione. Rientrati ad Agdz, avremo tempo di rilassarci con un hammam, prima della cena e del pernottamento in maison d’hotes.

3° GIORNO
Costeggiando il corso del fiume Draa e la palmeraie che lo circonda proseguiremo verso sud, ammirando maestosi panorami dove si alternano montagne dalle forme curiose, il verde intenso delle palme, antiche kashba distrutte e altre tutt’oggi abitate. Lungo la strada ci fermeremo a Tamgroute per visitare, con la guida di Mohamed, la kashba sotterranea, il mausoleo, la piccola ma ricca biblioteca coranica ed i laboratori di ceramica verde: a Tamgroute ci sono infatti i forni dove vengono cotte le tipiche tegole verdi che ornano i tetti di tutti gli edifici religiosi del Marocco. Pranzeremo ospiti dalla famiglia di Mohamed. Riprendendo la strada verso sud, incroceremo il Jebel Bani, una catena montuosa trasversale al corso della Draa, da cui godremo una splendida vista sulla valle della Draa, e abbandoneremo la palmeraie. Infine arriveremo al villaggio di Tagounite, dove incontreremo la nostra guida per il deserto Laarbi, e ci trasferiremo, dopo una breve pista, al bivacco alla base delle dune dell’Erg Laudi (letteralmente dune degli ebrei). Cena al bivacco e pernottamento in tenda berbera.

4° GIORNO
Giornata dedicata al deserto: passeggeremo con Laarbi alternando distese sassose (hamada) e zone di sabbia e dune (erg). Raggiungeremo un bellissimo tamerice che offrirà riparo dal sole per il pranzo a picnic. Rientreremo al bivacco, e, dopo aver gustato la magia del tramonto tra le dune, saluteremo i nostri ospiti e ripercorreremo la valle della Draa fino a tornare a Zagora. Ci sistemeremo per la cena ed il pernottamento in maison d’hotes.

5° GIORNO
Partiremo per Agdz e da qui per Ouarzazate, attraversando i dolci paesaggi lunari del Jebel Saghro. A Ouarzazate visiteremo la kashba di Taourirt, in ottimo stato di conservazione, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, in compagnia di Hamid. In serata raggiungeremo il villaggio di Imouzzer vicino al passo, dove saremo ospiti per la cena a casa di Mohamed Kachtoun; ci sistemeremo per il pernottamento a La Maison de la Culture, un centro per l’accoglienza ai viaggiatori costruito dall’Associazione Wifaq per lo sviluppo rurale di cui Mohamed è presidente.

6° GIORNO
Giornata dedicata alla visita del villaggio di Imouzzer, alle passeggiate nella natura tra noci secolari, meli e peschi, all’incontro con la gente e all’approfondimento dei numerosi progetti locali dell’Associazione Wifaq: irrigazione e costruzione di due piccoli bacini di raccolta dell’acqua per le estati secche, distribuzione dell’acqua in tutte le case, sistemazione della scuola primaria e materna, programmi educativi in collaborazione con scuole di pedagogia, organizzazione di campi di lavoro estivi per ragazzi italiani, costruzione di un ponte sul ruscello che attraversa il paese, raccolta e incenerimento della spazzatura, corsi di alfabetizzazione per le donne e costruzione della Maison des Femmes. Pranzeremo con Mohamed, e nel pomeriggio saluteremo i nostri ospiti e partiremo per Marrakech, dove giungeremo in serata.

Attenzione, in caso di neve o strade impraticabili lungo il passo del Tichka, l’andata o il ritorno avverranno per la strada Agadir-Chichaoua-Marrakech.




Il programma di viaggio potrebbe subire variazioni prima della partenza (in tal caso ne verrà data tempestiva comunicazione) o anche durante il viaggio stesso, a causa della momentanea indisponibilità delle comunità ospitanti, di variazioni delle condizioni sociali ed ambientali, della concomitanza con importanti festività locali o di una richiesta dei viaggiatori.